Attacco di panico cura e rimedio naturale - Attacchi di Panico e ansia

Cerca 
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attacco di panico cura e rimedio naturale

Articoli
Attacco di panico cura e rimedi ne esistono alcuni, partendo da quelli canonici dati dalla medicina ufficiale che sicuramente vanno considerati essendo scentificamente attendibili, a quelli detti di auto aiuto, che consistono in tecniche che servono per identificare il sintomo psicologico ,capirne coscentemente l'origine e in virtù di questa consapevolezza acquisita gestirlo ,fino alla sua scomparsa.

Non è semplice indirizzare chi legge verso una scelta , personalmente credo che quando ci si sente male la prima reazione è quella di andare dal dottore credo sia perfettamente logico e normale.
E credo che sia sempre saggio e giusto. Ma comunque ,da un punto di vista personale  , in virtù della mia esperienza sia importantissimo procedere alla conoscenza di se, e anche se sembra impossibile l' attacco di panico ci fornisce la possibilità e l'occasione di farlo.

Stabilire una cura per l'attacco di panico è chiaramente una responsabilità del medico o del professionista , ma nulla ci vieta di darti alcuni consigli personali che possono sempre tornare utili.

attacchi di panico cura
Molte persone soffrono di attacchi frequenti di panico e vivono la loro vita evitando situazioni che causano loro  paura che nella maggioranza dei casi è irrazionale. 

Con questa semplice tecnica che non  sarebbe giusto definire una cura per attacchi di panico ,utilizzando  quattro passi consigliati  da seguirsi, puoi imparare  come calmare un attacco di panico  progessivamente


Cosa è un attacco di panico?




Un attacco di panico è una condizione nella quale un eccesso di adrenalina entra in circolo . 
Un messaggio di paura segnala alle  ghiandole surrenali che c'è un'emergenza.

Le ghiandole surrenali sono ghiandole della dimensione di un pisello situate nella parte anterosuperiore dei reni. 

Producono adrenalina che quando entrerà nella circolazione sanguigna del tuo corpo, aumenta la tua capacità di rispondere a messaggi di attivazione del tipo lotta o fuga.

La conseguenza di questo meccanismo causa sintomi fisici che molte persone confondono con un attacco di cuore o un'altra condizione fisica seria. 

Il malinterpretare questi sintomi può causare una risposta di paura continua. 


L'adrenalina fa si che il cuore pompa sempre più  sangue che è ricevuto da tutti i vasi sanguigni  più grandi per aumentare la sua capacità di battere velocemente  ed aumentare la forza nelle vostre braccia e nelle gambe per aumentare la capacità di difendersi o fuggire.

Il cervello riceve così ulteriore sangue per aumentare la sua capacità di risposta  immediata , ma nella parte posteriore del cervello, quella che determina gli istinti.
Passano circa  tre minuti dal momento in cui il tuo cervello invia il segnale di emergenza fino a che il  corpo sarà pieno di adrenalina fornendo  sangue ai muscoli degli arti . 

In questo lasso di tempo, tre minuti circa , sentirai il vostro cuore battere con una più  forza ed il sangue irrorarsi in tutto il corpo. 

Mentre le sue ghiandole surrenali continuano a ricevere questo messaggio di emergenza, continueranno a produrre  adrenalina. 

Quando il  cervello cesserà di inviare il segnale di emergenza, le ghiandole surrenali cessano di scaricare adrenalina. 

Bastano tre minuti per generare un attacco di panico.

Passati appena  tre minuti  le sue ghiandole surrenali secernono nel corpo adrenalina . 



Stabilire l'originre di un  attacco di panico è molto semplice in apparenza. La sola cosa che si  deve fare è di stabilire quale sia il messaggio di emergenza che si  ricevone e che aziona le  ghiandole surrenali. 

Una volta che comprenderai perchè l' attacco si è generato, non dovrai mai più soffrirne nuovamente . 

Annota i quattro punti che ti descriverò . 

Metti la lista in un posto facile da trovare o in borsa o nel portafoglio. Portateli dietro fino a quando non li avrai memorizzati a sufficienza. Studia questi passi e imparateli prima , con anticipo. 

Quando sentirai arrivare  un attacco di panico, trova la lista immediatamente e segui  i passi con esattezza. 

 Una volta che avrai imparato il contenuto della lista con i   passi non avrai  più bisogno di portarla dietro. 

I Quattro passi.


Approfondisci le tecniche avanzate contro Ansia e panico?Leggi questo articolo

Ecco le quattro fasi da seguire: 

1. Respirare per abbassare il livello di ansia.
Ridurre lo stato d'ansia compiendo respirazoni lente e profonde ,complete e possibilmente gonfiando lo stomaco(diaframmatiche).
Ricordati che anche se i sintomi sembrano forti e spaventosi nulla di male può accaderti se non quello che stai gia passando.

Continua a  respirare lentamente, profondamente ed in modo completo. Le respirazioni lente, profonde e complete ridurranno i sintomi  questo è il primo passo per fermare  l'eccesso di adrenalina . 
Ricorda che la respirazione è alla base della tua vita, i formicolii che spesso colpiscono che soffre di ansia e attacchi di panico sono conseguenza della respirazione alta (toracica) superficiale e veloce.
Sai perchè respiri cosi? 
Perchè stai cercando di non sentire il dolore , pensa a una donna che partorisce, respira velocemente per sopportare il dolore ..

2. Non rrestare i pensieri negativi, accettali.

Ecco una semplice tecnica che è mediata dalla tradizione delle affermazioni, ma usate in un modo inconsueto:
Quando dici di no a qualcosa , quella cosa la avvicini a te, quando ti ripeterai :Ok , ci sei ti accetto, allora se ne andrà.
Se ad esempio vi batte il cuore molto forte cominciate a ripetervi:  Anche se sto male e ho paura di morire mi amo e mi accetto completamente e integralmente. Ripetilo più volte mentalmente massaggiati il plesso solare o bocca dello stomaco e ripeti Anche se (descriviti i sintomi che provi nel dettaglio, anche se ti sembra una cosa stupida falla..)
Ceraca si fare mente locale su tutto quello che ti succede e soprattutto se mentre segui questo passaggio ti vengono in mente frasi o immagini serene  e utilizzale scrivendole e descrivendole nello scrivere.
Scrivere è fondamentale fissa i pensieri e li memorizza inconsapevolmente nel tuo cervello.

3. Crea il libro della negatività (o della cacca come io chiamavo il mio!)
Tieni un diario , tutti i giorni e segna ogni pensiero negativo il momento e il luogo in cui sei l'attivita che stai svolgendo , è importantissimo.
Quando ti viene una crisi cerca di scrivere subito dopo che cosa stavi facendo o a cosa stavi pensando prima.
Ti renderai conto rileggendo le pagine che esiste un legame fra pensieri , luoghi e situazioni .
Prendi la tua lista e ripassa ogni luogo e emozione con colori differenti , per esempio .Se l'esperienza è avvenuta a lavoro segnala con il rosso , questo sarà il colore del luogo "lavoro", se la sensazione è disagio usa il giallo ecc...Potrai vedere come in certi luoghi si verificano sempre sensazioni analoghe, è interessante notare che quando osservi le situazioni della tua vita annotate per scritto riesci ad avere un quadro diverso di tutta la situazione , come se la osservassi da un'altro punto di vista.
4-Stabilisci una scala da uno a dieci.
Annota sul tuo quaderno il livello di disagio che la crisi ti genera se è un livello uno, due ,otto o dieci .Usa la respirazione e nota come il livello si abbassa oppure no, riprova, con l'esercizio arriva il risultato.
Spero di averti dato una mano , e permettimi di ringraziarti della tua attenzione e della tua visita nel mio sito.







 
Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido!
Copyright 2015.www.attacchidipanicoeansia.it
Torna ai contenuti | Torna al menu