Farmaci contro gli attacchi di panico.

Farmaci e cure mediche per gli attacchi di panico, come? Quando? Perché?.

Benvenuti, chi scrive fa riferimento alla propria esperienza personale con farmaci usati nel caso di attacchi di panico, e anche, a quanto trovato in rete sull'argomento. Esistono numerosi articoli e portali che sicuramente trattano questo argomento in modo più scientifico, io non sono medico o scienziato ma ti sono vicino con il cuore: essendo passato da dove, probabilmente sei tu adesso.

Quindi il mio scopo e di mostrarti una panoramica su psicofarmaci e medicine contro ansia e attacchi di panico. Informazioni queste, che ti esorto di verificare. E soprattutto, siccome mi preme che tu stia bene, lascia perdere l'idea di usare farmaci o cure farmacologiche fai da te. Interpella sempre il tuo medico.

Non scherziamo con questa roba! Oltre a darti una panoramica sui farmaci contro attacchi di panico e stress, quello che io posso fare è parlarti della mia esperienza personale, e di cosa ho fatto io per stare meglio.

Ok, iniziamo: e mi raccomando leggi tutto l'articolo, ci vogliono 2 minuti. Mentre ti racconto tutto quello che so sugli ansiolitici e le madicine contro ansia e panico, ti racconto anche di me, e della mia "straordinaria" esperienza, che vorrei diventasse anche tua.

Chi soffre di attacchi di panico può provare la sensazione come di avere un infarto e di morire in quel momento, anche se poi non è così, e nonostante la grande paura ci si rende conto che tutto questo non è fatale. Capita ogni giorno, vero? Gli attacchi di panico sono debilitanti, spesso causano molto stress e rendono quasi impossibile avere una vita felice e godere del mondo intorno a noi.



Farmaci contro gli attacchi di panico


Se si vive subendo gli attacchi di panico, è necessario impegnarsi, compiere delle azioni e iniziare un trattamento contro le crisi di panico: subito, non perere tempo. Spesso una delle prime opzioni è quella di andare dal medico di base, in questi casi viene preso in considerazione l'utilizzo di farmaci contro gli attacchi di panico. 

Forse alcuni sono un po" facili" nel prescrivere bombe chimiche? Non sta a me dirlo, come sempre dipende dal professionista che ti trovi davanti, non sono tutti uguali: ci sono persone degne, che hanno studiato e questo gli consente di avere più mezzi per aiutarti. E ci sono quelli che hanno studiato, ma, oltre che non essere particolarmente brillanti, aimè, tutte quelle ore di studio li ha resi solo arroganti e ottusi.


Approfondisci le tecniche avanzate contro Ansia e panico?Leggi questo articolo

Adesso parleremo di alcuni dei farmaci più comuni contro gli attacchi di panico. E anche quelli più usati.

I medici spesso sono disponibili a prescrivere farmaci, è il loro lavoro d'altronde, e nonostante io, per mia scelta, decisi di non farne uso, riconosco che sono quelle che chiamo:"stampelle".Aiutano. Ci servono per superare momenti bui dell'anima, a patto però che ti dedichi a fare un serio lavoro su te stessa o te stesso, altrimenti ti prendi in giro.

Comunemente quando si scopre soffrire gli attacchi di panico, ci si reca da un medico specialista, piuttosto che da uno psicologo, questo perché i sintomi che avverti sono fisici. Spesso, questi sintomi somigliano a quelli di gravi malattie: ti coniglio di non cercare i sintomi su internet, altrimenti scoprirai che potresti avere tutte le peggiori malattie senza averne nessuna.

Un  modo molto frequente  in cui i medici cercano di trattare gli attacchi di panico e con i farmaci. Si deve sempre seguire il consiglio del medico, questo è ovvio, si dovrebbe anche diventare però consapevoli, che i farmaci agiscono sui sintomi, sono delle stampelle appunto, non agiscono sulle cause del problema..

Ecco perché gli esperti consigliano di evitare i farmaci contro gli attacchi di panico senza una adeguata terapia psicologica di supporto. Sono sincero, io non ho seguito terapie per mancanza di fondi, e ho evitato i farmaci, anche se queste mie affermazioni e certezze, date dalla mia personale storia biografica destano perplessità - mi rendo conto - ho affrontato il problema in modo diverso.

Ci sono diversi motivi per i quali è sempre meglio valutare se usare farmaci contro gli attacchi di panico. E soprattutto farlo con coscienza e seguendo criteri logici e sicuri.Primo fra tutti quello di farti guidare da un professionista che, potrà valutare il tuo grado di ansia, e se, nel tuo caso è meglio optare per alcune tecniche di rilassamento molto efficaci, donati anche questa possibilità. Pensa che, la meditazione se applicata con costanza, riduce la dimensione dell'amigdala [Fonte] -

La corteccia prefrontale diventa più spessa-. L'Amigdala è una ghiandola a forma di mandorla in cui risiede, si dice, la funzione legata alla paura. Quindi inerente il panico. Amigdala più piccolo, significa meno paura. Purtroppo oggi, in questo mondo che corre, si pensa a "risolvere" il problema, e spesso le speranze sono rivolte alla farmacologia. Ma soffrire ansia è panico, secondo me, non è un problema da eliminare ma da capire.

Le medicine contro il panico hanno certamente la loro utilità, se gli attacchi di panico sono così gravi e altre soluzioni per il trattamento non hanno funzionato, urge un aiuto immediato, i farmaci contro gli attacchi di panico possono esseer di aiuto.


Tranquillanti e cambiamenti di personalità.


Al fine di prevenire gli attacchi di panico, i farmaci che vengono previsti per il disturbo di panico sono molto potenti, così potente infatti, che possono causare grave affaticamento e una grossa perdita di energia e talvolta anche cambiamenti di personalità. Per alcune persone questo sacrificio questo rischio vale la pena, ma la maggior parte delle persone non cercano di affrontare questo tipo di sintomi solo per curare i loro attacchi di panico, non importa quanta ansia possa apportare tutto questo 

Nessuna garanzia.


Molti di questi farmaci inoltre, non sono garantiti per ridurre gli attacchi di panico: agiscono principalmente contro i sintomi, per ridurli.

La maggior parte di questi medicinali contro il panico, sono stati creati per l'ansia, ma non mello specifico per gli attacchi di panico. Certo si può pensare che fanno parte entrambi dei disturbi d'ansia. Bisogna tener conto però che sono causati da diversi processi di pensiero. Si manifestano anche con diverse reazioni fisiche.

Mentre è raro, alcune persone effettivamente vedono aumentare i loro attacchi di panico a causa del sistema in cui questi farmaci agiscono sui sintomi.


Pensieri e le azioni alla dismissione dei farmaci attacchi di panico.


I farmaci contro attacchi di panico non possono essere presi per sempre, e mi dovrebbero esserlo. Molti di questi farmaci possono portarlo dipendenza e si può provare sintomi di astinenza molto gravi altri possono anche essere tollerati a tal punto da non avere alcun effetto.


Gli attacchi di panico. Purtroppo gli attacchi di panico sono frequenti soprattutto al pensiero di avere un altro attacco di panico, e quando si inizia a non utilizzare più i farmaci contro gli attacchi di panico si rischia crisi si ripropongono molto violentemente.

I farmaci degli attacchi di panico non influiscono sugli attacchi di panico alla loro origine, semplicemente rendono difficile che l'attacco di panico si sviluppi perché rallentano i pensieri e la nostra mente in modo che essi non possono sfociare in un attacco di panico. 

È possibile ottenere un po' di sollievo dagli attacchi di panico, ma si soffrirà anche di stanchezza e dei numerosi effetti collaterali e cambiamenti significativo in cui si avverte la vita di tutti i giorni e si possono realizzare i pensieri e le emozioni. 

Tutti tipi di farmaci contro gli attacchi di panico.


Nonostante questi problemi i farmaci contro gli attacchi di panico hanno una loro importanza come si è detto prima molte attacchi di panico sono così gravi e così violenti da necessitare l'intervento e l'assunzione di farmaci per poterli controllare ecco qui a voi alcuni dei farmaci più importanti e i loro principi attivi,[2] quelli che vengono utilizzati più comunemente per cercare di domare il panico.


Benzodiazepine


le benzodiazepine sono basi di farmaci molti potenti, utilizzati anche per l'ansia. Essi vengono spesso prescritti per gli attacchi di panico, in commercio si trovano numerose marche che producono farmaci utilizzando il principio attivo delle benzodiazepine. Il famoso xanax ® , il Valium® il Klonopin® è questi sono solo alcuni dei più comuni. 

Questi farmaci hanno una proprietà di blando sedativo e possono causare dipendenza, ma tendono a avere il loro effetto in quanto rallentano il sistema limbico responsabile dei cambiamenti emotivi .

Gli antidepressivi sono un'altro trattamento possibile contro gli attacchi di panico comuni, anche se, sono più efficaci di altri con i disturbi di ansia.

Gli antidepressivi agiscono sull'umore, sugli stati d'animo positivi. Possono diminuire la probabilità di attacchi di ansia, sono disponibili in tre gruppi: antidepressivi triciclici, inibitori della monoaminossidasi e inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Questi esempi includono:

P.s: i farmaci evidenziati in rosso sono considerati di vecchia generazione.[Fonte]


Tutti questi antidepressivi hanno effetti collaterali, alcuni potenzialmente pericolosi, in quanto possono:

  • far aumentare la depressione
  • causare mal di testa
  • ipotensione
  • disfunzioni sessuali
  • vertigini e anche aumento di peso. 

Più nello specifico, ecco cosa hanno dichiarato utilizzatori di antidepressivi in una indagine condotta dalla rivista Psychiatry Research:

  • 62% ha problemi sessuali
  • Il 52% si sente aliena, diversa non più se stessa
  • Il 42% ha dichiato di sentire meno le "emozioni positive"
  • Il 39% si sente estranea agli altri, meno socevole
  • Il 55% dice di avere maturato una tendenza all'evitamento esperienziale.
[Fonte]

Altri farmaci contro l'ansia.

I medici possono anche prescrivere altri farmaci contro l'ansia e sedativi per controllare gli attacchi di panico, ma di solito fanno provare le opzioni di cui abbiamo appena parlato. 

Farmaci come il buspirone [+ info] possono essere prescritti per controllare gli attacchi di panico e di ansia ma sono farmaci molto lievi e non molto potenti.

Potreste scoprire di aver bisogno di farmaci per affrontare gli attacchi di panico ma la cosa più importante da ricordare è che nessun farmaco dovrebbe mai essere usato da solo senza il controllo del proprio medico.

Si dovrebbe sempre combinare qualsiasi trattamento con un metodo a lungo termine per controllare l'ansia in modo da poter finalmente smettere di prendere i farmaci senza la paura di essere sottoposti effetti collaterali o a dipendenza.

La mia scelta ( che è mia!) .

Come hai capito, non sono nessuno per dire a te cosa fare, e in realtà, non avendo ceduto alla lusinga dei farmaci ( a torto o a ragione) parlo per le testimonianze che ho raccolto personalmente e quanto si evince in rete. Quello di cui sono certo è che nonostante non soffrissi di depressione o robe simili, e come ho detto, per problemi economici non mi affidai a terapie particolari ne sono uscito usando tecniche "alternative" che fatte lavorare, hanno funzionato a dovere. Se ti interessa approfondire, e vuoi darti questa possibilità, con ansia e panico comuni ( e sono molto comuni) puoi dare un'occhiata qui.

Link di approfondimento:

Riza-Libera l'energia contro il panico 🔗

Psicofarmaci e l'inferno personale ( traduzione)🔗
Psicofarmaci e l'inferno personale (Originale)🔗
Gli antidepressivi funzionano?🔗
La meditazione è efficace contro la depressione (scienza)🔗

 

Condividi con Watsapp

Scopri le soluzioni alternative contro ansia e attacchi di panico ENTRA ORA!